Socio-Economic effects determination

Il nostro contributo globale allo sviluppo delle economie locali

Nel 2016 abbiamo sviluppato un modello di calcolo proprietario, denominato SEED (Socio-Economic Effects Determination) Model, che consente di calcolare il contributo totale del nostro Gruppo alla crescita economica e sociale di specifici paesi, in termini di occupazione, PIL, entrate della Pubblica Amministrazione e redditi da lavoro distribuiti alle famiglie [1].

 

Le attività operative svolte nel Paese generano:

Contributi diretti

derivanti dalle attività di business
bollo_contributi_diretti bollo_contributi_diretti-plus
Gli acquisti da fornitori locali generano:

Contributi indiretti

derivanti dalle attivazioni della catena di fornitura
bollo_contributi_indiretti bollo_contributi_indiretti-plus
Il reddito da lavoro distribuito alle famiglie locali genera:

Contributi indotti

derivanti dai consumi locali delle famiglie
bollo_contributi_indotti bollo_contributi_indotti-plus
ico-1
OCCUPAZIONE
Persone coinvolte nella catena del valore
ico-2
PIL
Differenza tra il valore della produzione e costi intermedi
ico-3
ENTRATE PER LE P.A.
Imposte sul reddito di esercizio, dazi, oneri sociali e altre imposte e tasse
ico-4
REDDITO DA LAVORO
Salari e stipendi, TFR, trattamento quiescienza e simili e altri costi

Nel 2016 il modello è stato testato su tre paesi pilota: Italia, Etiopia e Panama [2]. I risultati emersi dimostrano come le politiche di investimento locale di Salini Impregilo producono effetti significativi sulle economie dei paesi in cui operiamo.

SEED MODEL

Contributi totali generati dalle attività di Salini Impregilo

L’elevato moltiplicatore del PIL e delle entrate della P.A. generati in Italia è principalmente dovuto all’impiego significativo di fornitori italiani presso progetti esteri del Gruppo e dimostra quantitativamente come il Gruppo contribuisca con le proprie attività anche ad “esportare” il Made in Italy e le eccellenze nazionali.

Gli elevati moltiplicatori occupazionali registrati in Etiopia e Panama sono dovuti sia all’alto numero di dipendenti diretti impiegati in questi paesi, che alla struttura delle economie locali, caratterizzate da elevata intensità di lavoro. In tali paesi appaiono significativi i contributi complessivi che i progetti del Gruppo apportano agli indicatori macroeconomici (occupazione, PIL, entrate, redditi) [3].

 

 

[1] Il SEED Model si basa sull’analisi degli investimenti effettuati localmente dal Gruppo e sull’applicazione ad essi di appositi moltiplicatori derivanti dalle Social Accounting Matrix pubblicate da primarie istituzioni di ricerca internazionali.
[2] Prendendo in considerazione i dati 2015.  
[3] I dati esposti fanno riferimento ai contributi complessivi dei progetti in corso nei tre paesi pilota nel 2015, a prescindere dalla quota di partecipazione di Salini Impregilo.