Per quanto possibile, il Gruppo adotta una strategia focalizzata sull’impiego di forza lavoro proveniente dalle aree in cui sono ubicati i progetti. Nel 2014, Salini Impregilo ha impiegato una forza lavoro totale di circa 51.000 unità, considerando sia i dipendenti diretti che i subappaltatori.

 

Selezione diretta del personale locale

Nel corso dell’anno, l’86% dei nostri 34.100 dipendenti diretti era costituito da personale locale, principalmente impiegato nei nostri progetti in Africa, seguita da Asia e Medio Oriente, Centro e Sud America. Il grafico che segue riporta la suddivisione della forza lavoro di Salini Impregilo per area geografica.

 

grafico job

 

In Etiopia, i nostri progetti Gibe III e GERD (Grand Ethiopian Renaissance Dam) impiegano oltre 13.000 dipendenti diretti, il 96% dei quali appartenente alle comunità locali. Attraverso questi progetti abbiamo instaurato solide relazioni con le amministrazioni locali, supportandole attraverso programmi di sostegno alle comunità come la costruzione di strade, reti idriche, scuole, ospedali, ponti, uffici amministrativi e programmi di prevenzione per HIV e malaria, e di assistenza sanitaria generale, contribuendo in maniera significativa allo sviluppo sociale ed economico di queste aree.

Il Gruppo è impegnato nella formazione e nella promozione di talenti a livello locale, al fine di creare un team manageriale capace di trasferire successivamente le competenze acquisite all'interno della comunità.

+ 10%
Aumento della forza lavoro diretta rispetto al 2013

55%
Manager di commessa assunti localmente

 

Creazione di posti di lavoro indiretti

Oltre alla forza lavoro diretta, il settore delle costruzioni ricorre costantemente all’impiego di subappaltatori per talune attività, così come ad altri fornitori di servizi (ivi inclusi tecnici, consulenti, personale delle mense, ecc.) che contribuiscono significativamente all’occupazione creata a livello locale. Nel 2014, circa 16.700 persone sono state impiegate dai nostri subappaltatori e altre 2.900 persone da fornitori di servizi correlati, il 74% dei quali assunto localmente.

 

Sviluppo di capacità e competenze locali

Oltre a distribuire ricchezza ai nostri collaboratori in termini di retribuzioni e contributi, la creazione di lavoro riveste un ruolo cruciale in quanto permette di migliorare le capacità e le competenze del personale, specialmente nei paesi in via di sviluppo, ove garantiamo – come nel resto dei paesi in cui siamo presenti – formazione professionale, assistenza sanitaria ed elevati standard di lavoro.

Lo sviluppo del personale locale rappresenta una priorità, in quanto assicura di poter beneficiare di una forza lavoro qualificata per progetti presenti e futuri. Questo aspetto è anche molto apprezzato dalle autorità e dai governi locali, stante il contributo importante che la formazione professionale svolge nel favorire la crescita sociale e il benessere.

Per ulteriori informazioni si rimanda alla sezione “Attrazione e sviluppo di talenti”.

>705.000
Ore di formazione erogate ai dipendenti diretti

 

Pari opportunità

Attraverso le nostre attività in tutto il mondo aspiriamo a promuovere ambienti di lavoro multiculturali basati sulle pari opportunità, nel rispetto della libertà e della dignità umana.

In conformità con quanto disposto dal Codice Etico, il Gruppo adotta specifiche linee guida atte a promuovere il rispetto e la salvaguardia dei diritti dei lavoratori vietando qualsiasi forma di discriminazione verso individui o gruppi impegnati nei progetti di Salini Impregilo, a tutti i livelli.

A tal fine, nel 2014 Salini Impregilo ha firmato un Accordo Quadro Internazionale con le Organizzazioni Sindacali italiane ed Internazionali del settore costruzioni, volto a promuovere i principi fondamentali dei diritti dell’uomo, in linea con le dichiarazioni internazionali ratificate dalle Nazioni Unite, dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro e dall’OCSE.

In tutti i progetti, Salini Impregilo si impegna a rispettare la legislazione nazionale ed internazionale, assicurando parità nei diritti ed equità nei trattamenti. Le condizioni normative per il personale non-EU sono in linea con quelle per il personale dell’Unione Europea, con la differenza principale che in alcuni paesi i tributi e contributi sono legati al paese in cui il lavoratore è impiegato e non sono previsti i trattamenti di fine rapporto.

Nei nostri progetti tutti i lavoratori hanno a propria disposizione sistemi di segnalazione che consentono loro di comunicare con il management in relazione a eventuali questioni che riguardano le pratiche di lavoro, la salute e la sicurezza, l’ambiente, ecc.

Indipendentemente dalle norme locali sull’età minima lavorativa, assumiamo in tutto il mondo solo personale di età superiore ai 18 anni, e a tal fine verifichiamo i documenti dei candidati per prevenire eventuali frodi.

Ove previsti, i livelli minimi salariali sono rigorosamente rispettati in tutti i paesi in cui Salini Impregilo opera.

+22%
Retribuzioni di ingresso maggiori rispetto a quelle minime locali